Direzione regionale Emilia Romagna

Affitti brevi

Affitti breviL’art. 4 del D.L. 24 aprile 2017, n. 50 (convertito con modificazioni dalla Legge 21 giugno n. 96), ha regolamentato i contratti di locazione “breve”. In particolare, ha:

  • fornito la definizione
  • stabilito il regime fiscale da applicare ai canoni 
  • previsto l'attribuzione di alcuni adempimenti a carico degli intermediari che intervengo nella stipula del contratto o nella fase di pagamento.

I funzionari dell’Agenzia illustrano passo passo le novità nell'ultima puntata della web-radio (è possibile ascoltare e scaricare il podcast a questo link: https://www.spreaker.com/user/agenziaentrateemiliaromagna/le-locazioni-brevi).

COSA SONO

Locazioni della durata non superiore a 30 giorni (per le quali non c'è l'obbligo di registrazione)

SOGGETTI

persone fisiche al di fuori dell'esercizio d'impresa

OGGETTO

Unità immobiliari situate in Italia e appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa la A10 - Uffici o Studi privati) e le relative pertinenze (box, posti auto, cantine, soffitte, ecc.), oppure singole stanze dell'abitazione.

Novità

Dal 1 giugno 2017 rientrano nelle locazioni brevi anche:

  • i contratti che hanno ad oggetto alcuni servizi strettamente funzionali alle esigenze abitative di breve periodo:
    • Fornitura di biancheria
    • Pulizia dei locali
    • Fornitura di utenze, wi-fi, aria condizionata
  • i contratti di sublocazione e i contratti a titolo oneroso conclusi dal comodatario aventi ad oggetto il godimento dell'immobile da parte di terzi 

TASSAZIONE

Ai contratti di locazione breve si applica la cedolare secca (in caso di opzione) con aliquota al 21%

Come indicare il reddito in dichiarazione:

OBBLIGHI DEI MEDIATORI IMMOBILIARI CHE INTERVENGONO NELLA STIPULA DEL CONTRATTO

  1. Trasmettere i dati dei contratti all’Agenzia delle Entrate entro il 30 giugno dell’anno successivo
  2. Operare, in qualità di sostituti d’imposta, la ritenuta del 21% e versarla entro il 16 del mese successivo (se incassano o intervengono nel pagamento)
  3. Conservare i dati dei contratti e dei pagamenti ento il termine previsto per l’accertamento

PER SAPERNE DI PIU'